Trattoria da Vito

Via Mario Musolesi, 9 Mappa (051 349809)
Se ieri sera a Milano il Premier Monti è andato alla prima della Scala, a Bologna la stagione invernale comincia con una visita a un vero teatro dalle tradizione Bolognese. Mi hanno avvertito, e mi hanno costretto a studiare. E se prima non sapevo chi era Guccini adesso posso canticchiare Bologna: “…dai fianchi un po’ molli!”. Non mi avevano avvertito però che da Trattoria Vito si mangia anche bene. Se l’atmosfera avvolgente mi ha appena confermato quello che già mi aspettavo, la pasta saporita e gustosa è stata una piacevole sorpresa. La prima neve dell’inverno bolognese ha servito di cornice per una bella cena, in un locale perfettamente adatto alle serate tra amici, dove magari il mangiare non è l’unica cosa che conta.

Trattoria da Vito

La mia scelta per questa sera è stata le tagliatelle speck e funghi. E che abbondanza. Uno dei piatti di tagliatelle più grande che abbia mai mangiato nelle trattorie bolognese. Me lo aspettavo in bianco però il sugo era inavvertitamente buono. Lo speck come sempre molto saporito, e se qualcuno tra di noi lo ha trovato un pochino troppo salato per me invece era idealmente succulento. Il menù, fatto da piatti tradizionale della cucina locale, offriva anche qualche particolarità, come una Carbonara persa in mezzo a questo menu bolognese. Tra i secondi la specialità locale è lo spezzatino con patate, che non mi sembrava per niente interessante.

Tagliatelle speck e funghi

Da Vito anche il tradizionale antipasto bolognese è ben curato. E con una semplice sostituzione del solito pane insipido con un cornetto salato, loro sono riusciti a presentare questo piatto in un modo originale. I salumi erano molto buoni, e in particolare la mortadella. Costava 7 euro e era abbastanza grande per due. Alla Trattoria Vito si spende poco, anche i primi costavano verso i 7 euro.

Trattoria da Vito

Appena ci siamo seduti il cameriere, un tipo simpatico a modo suo, ci ha portato bensì 2 litri di rosso sfuso. Lui ci ha detto che, non avendo moglie o figli a rompergli le palle, si è permesso negli ultimi anni di prendere qualche chilo in più. Ma questa è un altra storia. Il vino di qualità inferiore non è riuscito però a rovinare il mio sabato mattina, come mi avevano garantito i miei amici italiani. La prima trattoria in cui mi recco fuori dal centro mi conferma il mondo gastronomico tutto da trovare oltre le mura. C’è ancora molta Bologna da esplorare, dal seno sul piano padano al culo sui colli. 

Trattoria da Vito

Annunci

2 risposte a “Trattoria da Vito

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...